Tuesday, November 10, 2009

Exposicion "La Tradotta".1918-19 Giornale settimanale della Terza Armata


Inicio – 8 de Novembro de 2009
Fim – 13 de Dezembro de 2009
Local: Museo della Satira de della caricatura – Forte dei marmi

La Tradotta, diretto da Renato Simoni, fu il più noto tra i giornali di trincea della fine della Grande Guerra ed uscì tra il 21 marzo 1918 e il 1° luglio del ’19, con 25 numeri e tre supplementi, realizzati da una redazione che da Mogliano Veneto si era trasferita a Trieste, al seguito dell’avanzata vittoriosa. Graficamente elegante, era stampato a colori con illustrazioni notevoli. Erano stati infatti chiamati a collaborare dal Corriere dei Piccoli i disegnatori Antonio Rubino e Umberto Brunelleschi, così come Enrico Sacchetti da Lettura; e per la parte redazionale gli inviati Riccardo Gigante e Arnaldo Fraccaroli. A fare il giornale però fu soprattutto Simoni, capace di miscelare abilmente il serio e il faceto, con un linguaggio semplice ed accattivante. Talvolta poteva eccedere nei toni, là dove demonizzava il nemico parlando di un re antropofago o del feldmaresciallo Conrad che sperperava le energie nelle alcove, o dove se la prendeva con i socialisti ridicolizzando l’anima di Pio X o la socializzazione delle donne in Russia. La linea politico-militare era altrettanto semplificata: i soldati nemici venivano accusati di praticare le peggiori bassezze mentre il re e il Duca d’Aosta, comandante della III Armata, erano sempre esaltati.Il fenomeno del giornale di trincea (la cui definizione più corretta sarebbe giornale per la trincea) non fu solo italiano, ma ebbe riflessi anche in altre nazioni impegnate su fronti opposti: ad esempio in Francia, dove veniva pubblicato il foglio Le Rire o in Austria dove alle truppe veniva recapitato il giornale Die Muskete.

Comments: Post a Comment

Links to this post:

Create a Link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?